sabato 15 novembre 2014

Peperoni stufati con le olive

Signore e signori ... il peperone! 
Giallo, rosso, verde o variegato è un ortaggio che amo innanzitutto per  i suoi colori e poi per il sapore e l'odore che emana quando è ancora crudo e quello che si espande ovunque mentre lo si cucina. Purtroppo rientro nella categoria di coloro che fanno una certa difficoltà a digerirlo, ma essendo che lo preparo e lo utilizzo raramente e in piccole quantità per dare magari quel tocco in più  per esempio alle patate al forno, una volta cucinato non posso fare a meno di assaggiarlo. Col tempo ho imparato fin dove arrivare. L'importante è non esagerare.




Ingredienti

2 peperoni gialli
1 peperone rosso
2 spicchi d'aglio
120 g di olive nere (intere o denocciolate se ci sono bambini)
1 bicchiere di vino bianco
olio extravergine d'oliva q.b.
sale q.b.
prezzemolo fresco q.b. (facoltativo)


Preparazione

Lavate i peperoni,asciugateli e privateli del picciolo e della parte interna. Tagliateli a liste piuttostosto lunghe.
Nel frattempo prendete una casseruola, versate l'olio sufficiente e i due spicchi d'aglio vestiti e incisi orizzontalmente.
Fate insaporire l'olio con l'aglio e poi versate i peperoni tagliati e fateli soffriggere per un po'. Aggiungete le olive intere (se denocciolate tagliatele a metà nel senso della lunghezza). Sfumate con il vino bianco e lasciate che evapori del tutto. Salate quanto basta, coprite con un coperchio e lasciate che il tutto cuocia a fuoco lento. Se necessario potete aggiungere un po' di acqua. Quando i peperoni risulteranno teneri eliminate i due spicchi d'aglio e continuate la cottura senza coperchio. Fate ritirare per bene l'acqua e spolverate con prezzemolo fresco tritato. (N.B. nelle foto non cercatelo perchè non c'è: quella sera avevo a cenea un ospite "no vegetables"!)






CONSIGLIO: se vi piace potete utilizzare questi peperoni stufati anche come antipasto: mettetene un po' su una fetta di pane bruschettato e il gioco è fatto!

CURIOSITA': i peperoni verdi sono quelli che vengono raccolti prima che diventino pienamente maturi. Infatti se lasciati attaccati alla loro pianta diventerebbero gialli o rossi.