mercoledì 27 febbraio 2013

Meringhe

Oggi, mattinata dedicata allo "smaltimento" degli albumi accumulati negli ultimi giorni!!!




Uno dei modi per adoperare  gli albumi avanzati da altre preparazioni è quello di utilizzarli per creare delle meringhe classiche oppure arricchite con mandorle tritate o cacao o nocciole oppure profumate alla cannella.
Meringhe classiche e Meringhe-muffins alla mandorla
Personalmente preferisco le classiche meringhe e se proprio devo aggiugere qualcosa, di solito aggiungo un trito di mandorle.

Ingredienti:

2 albumi ( circa 66/70 gr) a temperatura ambiente
80 gr di zucchero a velo
succo di limone q.b.
1 bustina di vanillina

Preparazione

Preriscaldate il forno con funzione ventilata a 80°/90°.



Mettete  metà dello zucchero e gli albumi nella planetaria e montate alla massima velocità. Ricordate che è indispensabile per la riuscita della ricetta che gli abumi siano a temperatura ambiente. Se così non fosse potete metterli a stemperare in un pentolino sul fornello avendo l'accortezza di girarli di continuo ( termometro alla mano)  e di toglierli dal fuoco quando raggiungono i 40°.

Una volta raggiunta la "neve ferma", incorporate la vanillina, il succo di limone e lo zucchero restante e montate il tutto di nuovo alla massima velocità per 7/10 minuti o comunque fino a che non raggiungete di nuovo la "neve ferma".

Riempite un sac à poche con bocchetta a stella e formate le merighe su una teglia rivestita di carta forno.

Io di solito faccio mezzo composto per le merighe classiche e mezzo composto, a cui aggiungo le mandorle tritate, le metto nei pirottini e faccio delle mini "meringhe-muffins alla mandorla".

Cuocete per un'ora con lo sportello del forno chiuso e per un'altra ora, ora e mezza con lo sportello lievemente aperto (ci metto il cucchiaio di legno!!!)  per dare modo all'umidità di fuori uscire e far asciugare le meringhe.
Una volta pronte, lasciate le meringhe nel forno aperto a metà fino a che non saranno fredde.